Multi Tabbed Widget

Overblog

lunedì 8 ottobre 2012

Mini arancini (tondi) di gruyère

In realtà proprio ora, mentre stiamo scrivendo ci tremano i polsi, non vogliamo creare un incidente diplomatico e scatenare le ire degli uni o degli altri, ma in questa ricetta abbiamo messo insieme siciliani e svizzeri.

Tutto è nato pochi giorni fa. A noi i pacchi li consegna sempre il portiere. Il nostro portiere è un omino piccolo e rotondo dalla faccia simpatica e gli occhietti vispi. Saluta ogni volta, anche se passi 10 volte in una giornata: "Buongiorno! Come va?" e che si fa ogni volta? si sorride e si risponde: "Bene bene, grazie!".
E l'altro giorno al quinto "Bene bene, grazie!" lui balza fuori a tradimento co sto pacco e co gli occhi da Babbonatale "E' per voi!"

[Madò che paura!]

Eccoli qua, i formaggi dalla svizzera con tanto di mucchina rossa morbidosa e minibandierine elvetiche.

Bene bene tocca reinventare un piatto della tradizione gastronomica italiana utilizzando il formaggio svizzero, evviva l'ammore!

Sono nati così i mini arancini (tondi) di gruyère. Si tratta di una reinterpretazione, che non ce ne vogliano ne gli uni ne gli altri.

50 g. di gruyère
250 gr. di riso originario
mezza bustina di zafferano
1 tuorlo d'uovo
40 gr. di piselli
50 gr. di speck
sale q.b.
olio evo q.b.
2 uova intere
pangrattato q.b.

olio di semi di arachide q.b.


Lessate il riso in 600 ml. di acqua, mescolando di tanto per evitare che si attacchi al fondo. A fine cottura il risultato sarà un riso asciutto e compatto, non cremoso, ma non è un risotto e va bene così! Battete il tuorlo d'uovo con un pò di sale e lo zafferano e poi aggiungete al riso mescolando bene.
In una padella fate imbiondire poca cipolla in olio e.v.o., aggiungete i piselli, salate e pepate e lasciate cuocere una decina di minuti.
Aggiungete ora i piselli al riso e mescolate bene. Lasciate freddare il composto per un'oretta.
Tagliate il formaggio e lo speck in 10 cubetti di eguali dimensioni.

...E ora viene il bello...

Prendete una noce di riso, allargatela sul palmo della mano dandole una forma concava inserite al cento un cubetto di formaggio e uno di prosciutto, tate poi al riso una forma sferica.

Passatele poi prima nelle uova battute e poi nel pangrattato.
Friggete in abbondante olio di semi di arachide.
Scolare su carta assorbente, salare.
Servire caldi. 

E con questo piatto partecipiamo al contest dei formaggi svizzeri grazie a Peperoni e patate

9 commenti:

  1. Devono essere buonissimi!
    Svizzera e Sicilia un'accoppiata fantastica!
    Flora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sììì sono ottimi! provali e facci sapere :))

      Elimina
  2. la mucchina morbidosa avreste potuto almeno utilizzarla come sfondo per le foto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eheh ci abbiamo provato, ma la mucchina era un poco troppo egocentrica e impallava i poveri, piccoli arancini...allora l'abbiamo punita ^__^

      Elimina
  3. Speriamo che i siciliani non si arrabbino, anche perché io ne ruberei uno volentieri direttamente dalla foto!
    Poi così piccoline sono proprio una-tira-l'altra... grazie mille per il vostro contributo!!!

    RispondiElimina
  4. A me sembra una bellissima invenzione!

    RispondiElimina
  5. Non mi farei troppi crucci, il sous chef che lavora con noi (bergamasco) prepara dei mini arancini con il casera e tutti ne vanno pazzi....potremmo ribattezzarli, ma ci piace correre il rischio!!!!
    Un saluto

    Fabiana

    RispondiElimina
  6. Che bontà io siciliana sono felice di questo incontro Siculo/Svizzero siete state bravissime ;)

    RispondiElimina
  7. mie care broccoline spero di incontrarvi a Torino, tanti baci :*

    RispondiElimina