Multi Tabbed Widget

Overblog

venerdì 10 giugno 2011

I ghiaccioli al caffè della nonna

La massaiacanterina chiama a raccolta e noi ci possiamo esimere? Ma certa che no!
La scorsa volta si trattava di mais e noi nonostante la "caldana" ci siamo lanciati in una preparazione da inverno, la polenta, rendendoci ridicoli anche con i vicini.
Questa volta, con la pioggia, ci siamo dedicati a qualcosa di prettamente estivo, perfetto per la calura: i ghiaccioli.
Bene vi abbiamo detto di essere stati a Copenaghen, di shopping ne abbiamo fatto poco... Poco, ma buono.
Delle deliziose formine da ghiacciolo si affacciavano dallo scaffale, ci guardavano ci ammiccavano e subdole ci hanno sussurrato all'orecchio che era dai tempi delle elementari che non mangiavamo un ghiacciolo home made. Quelle formine biricchine la sapevano lunga, hanno aperto la porta a un vortice di ricordi. Ci hanno fatto ripensare a quando il tavolo era troppo alto per noi, a quando dal basso spiavamo sempre lì in alto per cercare di capire cosa succedeva, per controllare se i grandi mangiassero qualcosa di più buono.
Nel freddo danese sono riusciti a farci accarezzare da un caldo vento di scirocco che sollevava le tendine della cucina assolata ci hanno fatto "tornare a sud", ci hanno fatto ri "vivere accesi all'afa di luglio"
Ecco proprio come dice lui (i primi secondi si sente male, sorry)

Allora che potevamo fare? Certo non sono quelle di latta della nonna, ma abbiamo dovuto cedere alla tentazione dello shopping.
Volevamo usarle più in là, ma poi è arrivata la massaiacanterina, con il suo mood vintage e ci è sembrato perfetto inaugurarle per lei.
Con gli anni abbiamo scoperto che la nonna usava il barbatrucco: acqua, tanta tanta acqua e tanto zucchero perché ai bimbi non fa bene troppo caffè... Astutissima! Ci faceva credere di mangiare lo stesso ghiacciolo dei grandi, ma ci fregava ben bene.
Beh ormai siamo grandi e abbiamo ripreso la ricetta da adulti:
2/3 di acqua e 1/3 di caffè
Per una macchinetta da 4 abbiamo utilizzato 1 e 1/2 di zucchero di canna.
Di nostro abbiamo aggiunto solo 2 cucchiaini di granella di cacao venezuela al 62%.
Il cacao lascia un leggero aroma, ma se non lo avete non cambia molto.

Noi di solito il caffè lo prendiamo amaro, se lo amate dolce dovete assolutamente aggiungere zucchero alle nostre dosi.
Preparati la sera sono ottimi per il pomeriggio successivo.

Dunque come avete capito partecipiamo a I lovecoffee, ma non solo! Visto che foto, come sempre, potrebbero essere migliorate partecipiamo al Concorso migliora la tua foto di food di amaranto e melograno.
Visto tutto il tripudio di colori vi ricordiamo abbiamo fatto anche questa foto

Per ricordarvi che è ancora in corso l'iniziativa Dai Smalto alla Ricerca (di cui vi avevamo parlato già QUI): acquistando uno smalto parte del ricavato andrà all'AURC Associazione Umbra Ricerca Contro il Cancro.
Bene ora vi salutiamo perché siamo in ritardo su tutto!

15 commenti:

  1. ma che dolci i ghiaccioli mi ricordano tanto quand ero bambina..ma che bella idea la mia banda...capossela tutta la vita!

    RispondiElimina
  2. grazie per la partecipazione al concorso! vi aggiungo alla lista! ;-)

    RispondiElimina
  3. che buoni questi ghiaccioli!!!Colorati fuori nerisssssssimo dentro!!!

    anch'io il caffè lo bevo amaro e quella puntina di cacao domani (ma perchè non già da ora!?!? ;P) nei miei non mancherà :)))

    un bacio grosso...e buon viaggio ^.^

    RispondiElimina
  4. ....Ed io come faccio a non adorarvi?!? Mi avete anche dedicato l'inaugurazione degli stampini da ghiacciolo!
    Anche la mia mamma mi faceva i ghiaccioli in casa. Il vostro post ha fatto tornare indietro nel tempo anche me!
    Un abbraccio grande! (e grazie x il link via mail! ^___* )

    Baci
    Ely

    RispondiElimina
  5. I ghiaccioli al caffè sono straforti...vedrò di farli veri per me e mio marito ed "annacquati" per le mie due pesti :)

    RispondiElimina
  6. Troppo belli questi stampini! E i ghiacciolini...segnata subito la ricetta! Li farò oggi stesso!

    RispondiElimina
  7. anche mia mamma li faceva sempre!!

    RispondiElimina
  8. broccoleeeeeee l'accostamento ghiccioli+smalti mi piace tanto!! e poi c'è qualcuno che lo smalto giallo lo porta moltoooo bene!!

    RispondiElimina
  9. buonissimi!!! davvero ricordano quelli della mia adorata nonnina!!

    RispondiElimina
  10. 'a broccolare! :)
    dopo aver visto anche che vi piace pure Vinicio Capossela vi amo ancora di più!

    RispondiElimina
  11. Questi proprio mi mancavano, buonissimi!!!!!

    RispondiElimina
  12. @babette:sììì capossela a gogò! ma sai che non abbiamo ancora trovato il tempo per sentire l'ultimo cd per intero?!? mannaggissimo
    @agnese: grazie a te!
    @unazebrapois: ahah provato subito il cacao? abbiamo caricato un po' di foto di gente del fud su fb, anche se le nostre sono pessime!
    @massaiacanterina: inaugurazione meritatissima! (meno male che c'è l'email per sopprerire alle bizze di blogspot)
    @letiziando: provali e facci sapere!
    @barbara: uhh facci sapere come ti vengono e se ti piacciono :)
    @pippi: bello scoprire di avere ricordi culinari in comune!
    @cleare: ehhh che chicchetta gli smaltini colorati fra gli stecchi colorati, poi il giallo fa la sua figura
    @francesca: anche la tua dolcissima nonna li annaquava? forse no, caffè intero...ecco perché sei irrefrenabile, pronta all'avventura :))
    @gio: giooo anche tu a rota di vinicio? graandee! dobbiamo organizzare un food meeting romano!
    @speedy70: felicissimi di averteli fatti ritrovare ^_^

    RispondiElimina
  13. W Vinicio e W i ghiaccioli della nonna col caffè che son così buoni...
    Marina

    RispondiElimina
  14. @marina: e aggiungiamo W l'estate che avanza:))
    @lydia: ciaoo! ahah con una sola parola hai colto l'essenza ^_^

    RispondiElimina