Multi Tabbed Widget

Overblog

venerdì 22 aprile 2011

Pollo al profumo di primavera con erbe profumate e sale nero

Nooo è saltata tutta la prima parte del post =.=' v'è un'icona con le lacrime a fiotti?
Beh non ci si può ripetere pedissequamente (stizziti contro blogspot vogliamo fare come Paganini), ma cercheremo di riportare più o meno quello che avevamo detto.

Parlavamo di primavera incipiente, languore e amico a cena, il mix di queste cose ci aveva portato a preparare un pollo profumato con le erbette.
Un piatto facile facile, ma di sicuro successo.
Dicevamo anche che insieme alla primavera sta arrivando, o meglio si fa sentire di più, la voglia di andare in vacanza, ma non possiamo e se la banda non può andare in vacanza, allora sarà la vacanza a venire dalla banda :)
Eh sì abbiamo deciso di arricchire il nostro piatto con una vera chicca esotica: il sale nero.
Beh qualche informazione sul sale nero per farvi sognare ad occhi aperti e da risciorinare al commensale che mangerà il suo polletto ancora più più soddisfatto :)
Questo sale  viene dalle Hawai ed esattamente dall'isola di Molokai, soprannominata l'isola amichevole, una delle isole hawiane meno abitate e che ancora resiste all'invasione  turistica ... l'angolo di paradiso dove tutti sogniamo di andare a fare i bibbitari (se volete viaggiare ad occhi aperti andate QUI).


***
da qui riprende il post originale
***
Il sale nero non solo è bellissimo e sfiziosissimo per l'effetto scenico che conferisce ai piatti (certo dalle nostre fotaccie non si coglie molto, ma fidatevi), ma è anche ricco di sali minerali, propri della lava vulcanica, che si fissano al sale nello stesso momento dell'essiccazione e di carbone attivo, insomma una vera chicca da provare.
Tra l'altro abbiamo scoperto sul sito degli amici di R2M che si può trovare anche in confezioni lowcost (QUI) che possono permettere a tutti di comprare una piccola dose senza sentirsi in colpa (beh piccola se volete fare del pesce in crosta di sale, se lo usate normalmente va più che bene) .
Con questa ricetta partecipiamo al contest "Cosa sforno oggi?" il contest de lericettedellamorevero
Per questo vi inseriamo il prima e il dopo, ecco qui il prima (la marinatura e il forno):

 

La prima fase è massaggiare il pollo con un po' di olio evo, e poi aggiungere le erbette, nel nostro caso un mix di rosmarino, salvia, maggiorana, timo e basilico, in fine un pizzichino, ma proprio "inoino" di sale fino. Sinceramente non sappiamo le proporzioni del mix perché ci è stato regalato bello e pronto (cara V. ti piace come abbiamo subito "sfruttato" il regalino?), ma se lo preparate ex novo consigliamo di usare i profumi che avete in casa per finirli, se lo realizzate ex novo allora lasciate prevalere l'erbetta che vi piace di più, ovvio no?
A questo punto lasciate marinare quanto più potete: telefonate alle amiche, guardate un telefilm, uscite un po' a fare gli ultimi acquisti, leggete un bel racconto, insomma fate vobis.
Noi abbiamo lasciato marinare per qualche ora, poi abbiamo messo tutto in teglia. A questo punto c'è la fase fondamentale: mettere un po' di sale grosso nero e un po' di sale grosso normale sul pollo.
Non si farà una vera e propria crosta, ma vi assicuriamo che l'effetto "patina di sale" renderà più tenero e succoso il pollo.
Ora potete informare a 200 gradi per circa 15 minuti, come sempre tutto dipende dal vostro forno.
Questo è il risultato

E questo è il risultato impiattato con un po' di insalatina:

Come potete vedere dalle foto, va meglio dire intuire, il sale nero "si mantiene" anche dopo l'infornata.
Visto che abbiamo un pollo e che abbiamo parlato di voli della fantasia, beh non possiamo non partecipare al gioco di ammodomio, "Carving in the kitchen", e dedicare questa ricetta alla scultura di Stefano Bianco. Il nome che proponiamo è "Sogno di Icaro".

13 commenti:

  1. che buono, aromatico e gustoso... e bravi broccoli!
    bacioni!

    RispondiElimina
  2. copmlimenti per la ricetta, l'aggiungo subito! un bacione e grazie per la partecipazione! :)

    RispondiElimina
  3. sì sì molto gustoso!!
    Buona Pasqua:)

    RispondiElimina
  4. Chi meglio di me..quale citato commensale..può dire quanto era buono sto pollo!! ;) Confermo lo stupore di quanto una cosa semplice come un polletto, se fatto in modo così particolare, possa estasiare il palato a livelli di altissima cucina! me lo rifate? :D

    RispondiElimina
  5. Una ricetta gustosa e ben presentata... ma 'sti broccoli son davvero bravi ;-)

    Buona Pasqua

    RispondiElimina
  6. mi viene la bava alla bocca da come deve essere squisito questo pollo. segno la ricetta cara...
    buona pasqua a te e famiglia da lia

    RispondiElimina
  7. Bello, e di sicuro profumato.
    Ora devo trovare il sale nero!

    RispondiElimina
  8. semplicemente sublime!!bravissimi!!scusate l'ignoranza ma questo sale lo trovo nei negozi equo-solidali?approfitto e vi porgo i miei piu' dolci auguri di una serena Pasqua!!!Maria

    RispondiElimina
  9. Cio, eh si blogspot spesso e volentieri va per conto suo eh?!
    Bellissima e particolare questa ricetta, proprio per la presenza di un ingrediente così ricercato e raffinato.
    Dobbiamo asolutamente trovarlo.
    baci baci

    RispondiElimina
  10. anche a me a volte blogger fa scherzi non simpatici, ma prendiamola con filosofia, in fondo è solo un gioco, no?

    questo pollo comunque ve lo copio

    e ne approfitto per augurarvi buona pasqua

    e mi raccomando, non abbassiamo la guardia per il referendum ;-)

    RispondiElimina
  11. @eleonora: grazieee ^_^
    @Le ricette dell'Amore Vero: grazie anche a te, speriamo di preparare qualcos'altro per il tuo contest
    @Al Cuoco!: buona pasqua anche a te, a presto
    @Andrea: caro rifaremo e progetteremo nuovi piattini :)))
    @Letiziando: ma grazie cara ^_^
    @arabafelice: eheh o su internet o dal mitico castroni, buonissime feste cara e tanti baci
    @Makenia: ciao! negli equo-solidali non ci sembra di averlo mai visto, ma sicuramente lo troi nei biologici, facci sapere
    @La Gaia Celiaca: sìsì la prendiamo con filosofia, la nostra pigrizia un po' meno, lei è una tipa serissima ^_^ la prossima ricettina la dedichiamo al referendum. baci

    RispondiElimina
  12. Complimenti !!! e grazie!
    Stefano

    RispondiElimina
  13. questo polletto lo avevo perso!
    Davvero ben cucinato!

    RispondiElimina