Multi Tabbed Widget

Overblog

martedì 26 aprile 2011

La bruchetta tres chic: salsa di avocado e salmone al sale rosa-arancio

Girando per negozietti, botteghe, fruttivendoli etc.etc. ci si confronta con varie tipologie: il negoziante burbero, quello logorroico, quello che meglio di lui non c'è nessuno, quello fidato che ti dà le dritte e lo sconosciuto che elargisce perle per innata generosità.
Scena: zona centrale/lavorativa di una grande metropoli, traffico, frotte di turisti che si dirigono verso i punti di interesse storico a piedi o verso i vari mezzi pubblici che li porteranno nei luoghi desiderati, autoctoni che  come schegge impazzite cercano di arrivare il prima possibile a casa loro e lasciare in volata il posto di lavoro. In tutto questo "bailamme" dei broccoletti, felici per i raggi del sole e per l'arrivo del fine settimana, con sfrontata rilassatezza decidono di non andare a casa, ma a scoprire quel negozietto piccolo, con quelle scalettine così invitanti che ti invitano a scendere.
Il negozietto si rivela un minisupermarket del bio iperfornito, con tanto di erboristeria annessa.
I personaggi: i broccoli che dalla sfrontata rilassatezza sono passati a un più che evidente stato di confusione ... ma non doveva essere un buco questo posto? Ma non potevamo andare a casa? Ora come facciamo a scegliere? Vorremmo tutto!
Commessi vari: comparse.
Commesso del banco pane:  protagonista.
Forse l'espressione spersa, forse la scelta di ben 4 tipi di pane tutti diversi (per fare un cestino del pane super figo e uccidere l'indecisione) il giovane generoso commenta "Eh non so se cucinate, ma quello nero di segale sarebbe perfetto con una salsa di avocado, non so se avete presente l'avocado".
Abbiamo alzato il sopracciglio, forse secondo lui ci nutriamo unicamente di pane? Chissà, eppure nel cestino abbiamo vari tipi di pasta, da quella di liberaterra a quella di farro trafilata a bronzo... Secondo lui avremmo investito mezzo stipendio in prodotti alimentari se non cucinassimo? Boh, forse è abituato ai turisti o ai manager con cuoca al seguito ... sì non è colpa sua. Dunque abbiamo sorriso, ringraziato e messo nel cassetto della memoria l'informazione.
Qualche giorno fa abbiamo testato la sua idea, ma l'abbiamo ampliata,  ci siamo sfiziati.
Il risultato è questo:

Con una bistecca di salmone da circa 200 gr. abbiamo realizzato 8 bruschettine.
Ingredienti
pane di segale
salmone+sale rosa (sostituibile con sale fino)+olio
per la salsa
1 avocado
1 o 2 lime
cipollina fresca
coriandolo in grani
sale fino bianco

Prendete un avocado maturo, è fondamentale che sia maturo! Scatenate il maniaco che è in voi e palpeggiateli tutti, se sono duri desistete! Se ce ne sono solo duri portatene uno a casa e mettetelo nella cesta della frutta, possibilmente fra quella più matura, e aspettate qualche giorno.
Una volta in possesso dell'avocado maturo potete iniziare: staccate la buccia, apritelo a metà, buttate il meganocciolo e lanciate tutta la tenera polpa verde nella ciotola del frullatore a immersione (se non è tenera non è l'avocado giusto, quando è maturo potreste trasformarlo in crema spappandolo tra le mani).
Aggiungete la cipollina fresca, un po' di sale, il succo di un lime, qualche granello di coriandolo (per un avocado di solito mettiamo un cucchiaino di coriandolo in grani, non abbiamo ancora trovato lo spacciatore di coriandolo fresco, si accettano dritte). A questo punto potete frullare liberamente e vedrete questa meraviglia verde acido prendere forma di una crema densa in men che non si dica. Ovviamente assaggiate e aggiustate secondo i vostri gusti.
Noi adoriamo questa salsa, è deliziosa! 
Ora dedicatevi al salmone: prendete la vostra bistecca, massaggiatela con olio e un pizzico di sale. Noi abbiamo usato i fiocchi di sale rosa-arancio dell'Australia.
Dopo quello nero, anche questo sale merita un piccolo excurus.
Questo sale proviene dal bacino del fiume Murray ed è un sale delicato, si presenta in morbidi fiocchi croccanti che prendono un bellissimo colore rosa aranciato dal carotene di alcune alghe presenti nei bacini di evaporazione del bacino Murray-Darlign.
Torniamo alla nostra bruschetta! 
Potete grigliare il salmone, ma noi abbiamo evitato, non ci andava di impregnare la casa di ou de salmone, così lo abbiamo cotto su una padella bella rovente: 2 minuti su un lato, coperchio per qualche minuto, 2 minuti sull'altro lato, coperchio per qualche minuto. 
Intanto prendete del pane di segale, tagliatelo e bruschettatelo. Non temete, non siete costretti a girare per tutti i biomarket della città, va bene anche quello del supemercato (che trovate accanto alle baguette), di per se non è ottimo, ma in questo caso recupera vita grazie agli altri elementi (p.s. quello nelle foto è proprio quello sfigatino, quindi il buon risultato lo abbiamo testato su di noi).
Ora potete costruire la vostra bruschettina con uno strato abbondante di salsa e piccoli pezzi di salmone.
Dritte: la salsa di avocado che vi avanza conservatela in frigo coperta a filo con la pellicola trasparente. A noi piace tantissimo anche con il riso in bianco e pollo grigliato.
Questa ricetta la dedichiamo tutta alla raccolta,  "foodblogger per il sì".
Con questo post approfittiamo per ringraziare tutti, ma proprio tutti!
Eh già qualcuno ci ha candidato a "Squisito" e siamo inaspettatamente arrivati in finale nella categoria ricette, siamo sorpresi e lusingati ^_^
Grazie mille! 
Se vi va, votate fino al 29 aprile per la finale ;)

16 commenti:

  1. queste bruschette sono favolosi!!!
    Dessi

    RispondiElimina
  2. Ricetta fatata e buonissima!!!

    RispondiElimina
  3. questa ve la copio subito subito... per rinfrancarsi tra un volantinaggio e l'altro per il sì!

    RispondiElimina
  4. Queste bruschette mi fanno venire voglia di estate!! Ma quando arriva?? Fra qualche giorno, quando avremo finito la scorta di leccornie pugliesi, corro a comprare un bel avocado maturo! Ora mi godo il sapore della frittura di pesce fresco mangiata sul Gargano....! Vostra francy

    RispondiElimina
  5. Queste brichette così colorate fresche e cremose sono davvero sfiziose! Copio subito la ricetta!

    RispondiElimina
  6. Irresistibili questi crostini.

    RispondiElimina
  7. per squisito possiamo votare ma per il referendum la vedo dura... rimndare per dimenticare è la parola d'ordine!

    RispondiElimina
  8. Queste è un peccato chiamarle semplicemente "bruschette"! Un abbraccio, buon we

    RispondiElimina
  9. queste bruschette sono divine! complimenti, le proverò! bacioni! :)

    RispondiElimina
  10. quella salsa di avocado la trovo molto interessante :P
    buon we

    RispondiElimina
  11. Tartine raffinatissime....Gnam gnam gnam...Civette...

    RispondiElimina
  12. niente male queste bruschette!
    Ho visto che siete in finale in un importante concorso, in bocca al lupo!!! :)

    RispondiElimina
  13. "Non so se avete presente l'avocado"

    Sono senza parole!!!:-DDDDD

    E comunque questa bruschetta me la segno immediatamente. Io adoro l'avocado in tutte le sue forme, guacamoliche o meno, e l'abbinamento col salmone mi mancava proprio...

    RispondiElimina
  14. Complimenti per squisito ragazze!! Ho appena visto su fb...e queste bruschette??? chic e buonissime, bacioni e buona settimana

    RispondiElimina
  15. @(m)E-Food: benvenuta e grazie!
    @Francesca: felici che ti paicciano ^_^
    @arabafelice: ehehe lo sappiamo che se le rifarai apportterai delle modifiche spettacolari, ansiosi di vederle
    @'povna: eheh anche il volantinaggio per il sì merita delle pause gustose ^_^
    @Claudia: anche noi siamo rimasti soddisfatti dal colore, primaverilissime
    @giovanna burroealici: grazie per squisito, ma sìsìsì per giugno! segnaliamo anche un'iniziativa su fb "battiquorum"
    @Federica: grazie fede!
    @Le ricette dell'Amore Vero: grazie! come stanno andando le tue votazioni musicali
    @Muscaria: maa siamo rimasti basiti,ci mancava che ci chiedesse se sapessimo che era la segale :D
    @Nene di Pellegrini Artusi: eheh rispondiamo in ritardo il lupo è già crepato ^_^ benvenuti!!
    @ Le Pellegrine Artusi: grazie mille per i complimenti ^_^

    RispondiElimina