Multi Tabbed Widget

Overblog

giovedì 16 dicembre 2010

Cenabis bene apud me, Farfalle vintage panna e salmone

Cenerai bene, Fabullo mio, da me
fra pochi giorni, se gli dei ti assistono,
se con te porterai una buona e grande
cena, non senza una bianca ragazza
e vino e sale e tutte le piacevolezze.
Se avrai portato, ripeto, queste cose caro mio,
cenerai bene; infatti il borsellino del tuo Catullo
è pieno di ragnatele.
Ma al contrario troverai sinceri affetti e
quanto ci sia di più soave ed elegante:
infatti ti darò un profumo che Veneri e Amorini donarono alla mia fanciulla,
che quando tu odorerai pregherai gli dei Fabietto,
affinché ti facciano diventare tutto naso.

Questo post nasce per il contest "Aggiungi un blogger a tavola", è dedicato all'amicizia e essendo in un food blog...beh non si poteva non iniziare che con questa poesia di Catullo* in cui ci rivediamo tanto ... il borsellino dei broccoli è pieno di ragnatele, ma da noi si troveranno sinceri affetti :)
All'inizio questo era proprio un blogghino sconosciuto (beh non che adesso sia famoso, ma un po' di afecionados ci sono), ma noi ne seguivamo già tanti, uno in particolare: Ammodomio.
Adesso vi raccontiamo un po' di retroscena...tatarataaaa
Il nostro primo follower è stata proprio Ornella di Ammodomio, cosa che ci ha reso felici non solo perché la seguivamo da parecchio, ma anche perché ci conosciamo!
Beh lei non lo sapeva ancora, ma a distanza di mesi la cosa le è stata confessata: una cima di broccolo è una broccoletta che la conosceva da taanti taaanti anni!
Quindi abbiamo pensato "Ma perché non partecipare al contest di alcibommestibile? Altro che cena virtuale, con Ornella lo passiamo sul serio il Natale!"
E già non siamo parenti, ma il 24 e 25 lo trascorriamo ensamble fra luculliane mangiate, risate e ricordi ... su quanto sia bello scegliere con chi passare le feste (perché "I want" è mooolto meglio di "I must"...) casomai ne parliamo in un altro post, ora ritorniamo a noi, al contest e alla ricettina: la scelta è caduta su delle farfalle al salmone.
Voi direte "ma daai è anni '80" ebbè?! Il vintage è terribilmente branche, quindi perché non cavalcare (anzi cavalcaVe) l'onda modaiola? Scherzi a parte l'abbiamo scelta perché è almeno un ventennio che ci conosciamo e perché (come vi scrive meglio Ornella) le farfalle sono allegre e ricordano la libertà.

100 grammi di salmone affumicato
champagne q.b. (in mancanza, prosecco o vino bianco)
150/200 ml panna fresca liquida
olio extra vergine q.b. (o una noce di burro)
erba cipollina q.b.
pepe rosa q.b.
uova di lompo rosse q.b.
300/400 gr. di pasta formato farfalle


Mentre bolle l'acqua per le farfalle tagliate il salmone a striscioline irregolari, soffriggete 2/3 e sfumate con 2 dita di champagne (beh almeno per le feste ci si vizia un po', no?). Alla fine ho aggiungete la panna, qualche filo di erba cipollina e qualche grano di pepe. Lasciate mantecare in padella e a fuoco spento aggiungete le uova di lompo e il salmone che avevate lasciato da parte.
Beh adesso non ci resta che dedicarci ai preparativi natalizi, che da noi sono iniziati da parecchio ... e non ci riferiamo solo all'alberello che vedete di sfondo (di cui peraltro siamo orgogliosissimi), ma soprattutto ai regalini!
E già quest'anno grandi sorprese home made (tra l'altro non finiremo mai di ringraziare Ornella e Paola per le dritte che ci hanno dato) ... ma ve li posteremo dopo Natale, altrimenti roviniamo la sorpresa agli amici e senza sopresa che regali sono?! ;)

Oi ma visto che si parla di salmone..beh partecipiamo anche a controcorrente!, il contest de larennaincucina.




*

XIII. Cenabis
Cenabis bene, mi Fabulle, apud me
paucis, si tibi di favent, diebus,
si tecum attuleris bonam atque magnam
cenam, non sine candida puella
et vino et sale et omnibus cachinnis.
haec si, inquam, attuleris, venuste noster,
cenabis bene; nam tui Catulli
plenus sacculus est aranearum.
sed contra accipies meros amores
seu quid suavius elegantiusve est:
nam unguentum dabo, quod meae puellae
donarunt Veneres Cupidinesque,
quod tu cum olfacies, deos rogabis,
totum ut te faciant, Fabulle, nasum.
Catullo, Le poesie, Garzanti

8 commenti:

  1. Quando si dice che la Cultura... è un'altra cosa!!!! Ahahahahah... Baci!!!

    RispondiElimina
  2. e pensare che io le avevo messe in conto per la cena del 31 non sapendo che fossero considerate anni 80...bhe grazie della dritta almeno le posso spacciare come vintage e mettere le mani avanti ;)

    RispondiElimina
  3. @ornella: ehh visti i tempi di tagli sconsiderati, la inzeppiamo dove si può :D
    @andrea: eh però devi riproporre la nostra ricetta :D

    RispondiElimina
  4. Grazie della ricetta vintage!

    /Alessandro da Stoccolma

    RispondiElimina
  5. ciao alessandro, ben venuto!
    da stoccolma...ne avrai di dritte sul salmone da dispensare :D

    RispondiElimina
  6. Buonissime e sempre attuali .... Ciao ragazzi un saluto dai viaggiatori golosi...

    RispondiElimina
  7. Non sono sicurissima di poter ancora mangiare il salmone,dopo una recente "avventura" che mi ha procurato delle bellissime labbra alla Parietti ed una veloce corsa all'ospedale.
    Pero' la ricetta e' una chicca,oserei dire un retro-classic!
    Baci.

    RispondiElimina
  8. Ciao eccomi qui ..sto riguardando tutte le ricette del contest...in bocca al lupo, ciao Flavia

    RispondiElimina