Multi Tabbed Widget

Overblog

venerdì 21 maggio 2010

L’uomo è ciò che mangia. (L. Feuerbach).

È già secondo noi è proprio così, in tutti i sensi anche nell'amore, ci spieghiamo meglio.
Dunque, ci succede sempre quando siamo a cena con amici, che, nel chiacchiericcio rilassatamente “low profile”, si insinui quell'argomento che, pian pianino e subdolamente, accende gli animi e alza i toni.
Neanche a farlo apposta, ieri sera quando abbiamo servito ai nostri amici la feta al cartoccio è scoppiata d'improvviso la bomba: “Esiste uno stretto legame tra i nostri gusti in fatto di cibo, il nostro modo di mangiare e il nostro modo di vivere l'amore”.
 BOOM!
A quest'affermazione sono seguiti 15 secondi di silenzio. Siamo certi che ognuno di noi avrà pensato un po' a se stesso, un po' agli altri presenti; avrà fatto mente locale sulle proprie abitudini alimentari in rapporto alle proprie abitudini sentimentali. Ognuno poi avrà riflettuto sul modo di mangiare degli amici in rapporto alle vicissitudini amorose che si è sentito raccontare negli anni. Insomma 15 secondi e poi è partita la bagarre!
Tranquilli non sono volati piatti e bicchieri, non siamo arrivati alle mani, anzi diciamo pure che alla fine siamo convenuti tutti su una serie di punti che vi andiamo a sintetizzare.
 
È indubbio che il cibo sia strettamente legato al piacere. Certo, ci nutriamo per necessità, ma è anche vero che mangiare ci dà piacere e che scegliamo di cucinare e mangiare in linea di massima quello che ci aggrada maggiormente.
POI, un amico/commensale ci ha pure fornito una base scientifica :
"Cibo e sesso hanno la stessa localizzazione cerebrale, gli stessi circuiti neuroendocrini, gli stessi ormoni che li controllano. Vengono stimolate le stesse molecole del cervello, pertanto se non soddisfiamo l'appetito dei sensi, il desiderio si sposterà sull'appetito di cibo!"
Ci siamo informati e pare ce avesse ragione e che c'è anche una base scientifica, vi citiamo pure la fonte
Il punto però non era solo questo. Diciamo che un po' per formazione, un po' per interesse ci siamo spostati di più sulla sfera socio-antropologica.
La nostra categorizzazione è abbastanza ristretta essendo non poi così alto il numero di commensali (il nostro tavolo da pranzo ospita al massimo 10 persone):
In generale siamo stati tutti concordi nell'affermare che la passione per il buon mangiare e per la cucina abbiamo un corrispettivo nella sfera sentimental-sessuale, ma poi ci siamo lanciati in argute (astruse?!) teorie:
chi ama sapori e gusti forti è anche molto passionale;
chi è costantemente a dieta ha anche un difficile rapporto coi sentimenti; (naturalmente l'amica a dieta ha vivamente protestato ricordando che lo fa per motivi di salute)
chi assaggia di tutto di più, curioso e desideroso di gusti nuovi, è una persona che vive allo stesso modo le proprie passioni sentimentali;
chi ha poca fantasia in cucina e nelle proprie abitudini alimentari pare viva passioni egualmente “piatte”; (e l'amico in carriera ha presentato a sua "discolpa" la mancanza di tempo)
chi mangia di corsa e in modo compulsivo è allo stesso modo caotico e sconclusionato nei propri rapporti sentimentali; 
chi invece ama scegliere con cura cosa mangia e gustarsi i propri manicaretti è una persona che vive l'amore e le passioni un po' anche con “la testa”.
Ora le nostre non vogliono essere assolutamente generalizzazioni superficiali, diciamo che abbiamo analizzato la “casistica” che avevamo sotto mano in quel momento.
Magari le vostre esperienze sono differenti o addirittura contrarie, in ogni caso, se vi va diteci cosa ne pesate.
Se ci state iniziando a conoscere lo avrete capito che per formazione e passione amiamo la dialettica, quindi saremo felici anche se ci confuterete, se proporrete tesi opposte, siamo aperti a critiche feroci e naturalmente ad altre categorizzazioni.
Comunque in caso cene lo consigliamo come "gioco-non gioco": senza tirare fuori scatole impolverate di giochi da tavola in disuso ci si può comodamente divertire in ardite congetture.
 
  Una riflessione molto bella sul cibo, i sensi, la vita è sicuramente questa...
dategli un'occhiata ...è un altro giochino molto bello da fare e se si comincia è difficile smettere!
 

1 commento:

  1. io amo i sapori forti, mangio di fretta e assaggio di tutto un pò...sono una tragedia in amore!!!!
    ^_^ bello il film...
    irene

    RispondiElimina