Multi Tabbed Widget

Overblog

lunedì 8 febbraio 2010

Cibo per l'anima

Fatih Akin (per capirci il regista della Sposa Turca) si è rimesso in ballo con un nuovo film, questa volta una commedia brillante: Soul Kitchen.
A noi è piaciuto molto, è un manifesto sulla "qualità", infatti non è necessario fare i megapolpettoni, le tragedie, i documentari sulla Sicilia (...) per sfornare un buon prodotto: questa brillante commedia tedesca ha un buon cast, bella fotografia, colonna sonora "da paura".
La trama è semplice: Zinos vive con/del/per il suo locale scalcagnato, appena coopta lo chef Shayn ha problemi con la sua clientela e se non bastasse il suo amore si trasferisce a Shangai e suo fratello Ilias gli chiede lavoro.
Non siamo più dettagliati perchè dovete assolutamente andarlo a vedere per regalarvi un'oretta di sorrisi :)
Soul Kitchen ci ha fatto molto riflettere sul concetto di “cibo per l'anima"...

Cucinare non vuol dire solo saper mescolare ingredienti per riempire lo stomaco, cucinare vuol dire avere “rispetto” per le materie prime che trattiamo (nel senso che bisogna saper scegliere cosa e come mettere nei nostri piatti!), vuol dire aver rispetto per il proprio corpo, per le sue esigenze e necessità.
Non prendeteci come dei “sacerdoti del gusto” o come degli esaltati, però pensiamo che troppo spesso ci facciamo trasportare dalle mode anche con il cibo, mode che poco hanno a che fare con il buon gusto e con il buon mangiare.

Esistono milioni di combinazioni di gusti, moltissimi chef che studiano, pensano e provano nuovi gusti e nuovi abbinamenti, ma esiste pure la tradizione e quella va rispettata, sempre!
Vi rimandiamo a un post molto carino su “Ammodomio” sempre sull’argomento.

Ora andiamo a nanna che veniamo da una settimana socialmente/lavorativamente/emotivamente/ intensa e domani una bella ricettina in onore della tradizione.

Nessun commento:

Posta un commento