Multi Tabbed Widget

Overblog

mercoledì 27 gennaio 2010

Verza e uva passa




Pensando al post precedente (Mozzarella di bufala vs Cozza Tarantina) abbiamo pensato di proporvi una ricettina in onore della verza e dell'uva passa.
La ricetta di per sé è economica, ma si potrebbe rendere ancora più cheep eliminando l'uva passa, il gusto finale non ne risentirebbe molto.

800 gr. Cavolo verza (va bene anche il cavolo cappuccio se avete quello).
½ cipolla
2 pomodori pelati
1 pugnetto di uva passa (messa a bagno in un po’ d’acqua per 15 minuti)
1 bicchiere di aceto di mele (se non l'avete va bene anche quello di vino bianco)
Olio, sale e pepe q.b.

Lavare e tagliare la verza a striscioline piuttosto sottili. In una pentola col fondo antiaderente un pochino alta far rosolare la cipolla con olio, aggiungere i pomodori spezzettati e la verza. Aggiungere un paio di bicchieri d’acqua, coprire e cuocere lentamente per una ventina di minuti. Aggiungere un bicchiere di aceto di mele e far cuocere per altri 15 minuti. A questo punto togliere i coperchio aggiungere l’uvetta e alzare la fiamma per far rapprendere il tutto. Alla fine basta aggiungere il sale e se vi piace una spruzzatina di pepe. Se ce li avete aggiungete un po’ di pinoli (che non sono proprio cheep) che tosterete prima in padella.
Il tocco finale? Ci abbiamo grattugiato pochissima scorza d’arancia, tanto per dare un po’ di profumo…

È un piatto che si abbina bene con i secondi di maiale (arista, costolette, salsiccia luganega), ma anche con il pesce, non solo con gli scampi o il tonno fresco, è perfetto con le alici fresche (costano poco e fanno benissimo), basta pulirle (o farsele pulire dal pescivendolo che è meglio) e farle cuocere in padella con olio, aglio, un pomodoro pelato e qualche cappero o con il merluzzo fatto allo stesso modo.

Per il vino va benissimo un rosso come un Nero d’Avola o un Merlot.

Nessun commento:

Posta un commento